EAGLES BRINDISI - MENS SANA MESAGNE 2MD UTENSILI  = 65 -70 

MENS SANA MESAGNE 2MD UTENSILI: Carriero Ale. n.e., Rubino 6, Capodieci n.e., Voglino 14, Canepa 19, Scalera 10, Carriero C. n.e., Risolo 12 , Monna 9, Mitrotti. Allenastore: Massimo Distante.

EAGLES BRINDISI: Sirena 8, Tataranni 5, Mastrorosa R. 11, Rubino 7, Mastrorosa T., D'Amicis 7, Passante 22, Smiles 5,  Cuppone, Ruggero n.e. Allenatore: Teodoro Rodi.

Arbitri: Lorusso di Altamura e Schena di Castellana Grotte.

Parziali: 20-15 20-18 10-10 15-27

 

Una Mens Sana 2MD Utensili Mesagne incerottata supera anche la malasorte e torna alla vittoria. Gara difficile in chiave play out quella dei mensanini contro l'Eagles Brindisi, dovuta anche alla lunga la serie di infortuni che continuano a condizionare pesantemente l'esito della stagione. Coach Distante deve fare a meno di De Maria, Mazza, Iaia e deve schierare Voglino a mezzo servizio. Si rivede anche Sergio Rubino, dopo il lunghisimo stop, ma con un vistoso bendaggio ad una caviglia in disordine. Brindisi con il nuovo coach Rino Rodi si schiera con Smiles, Mastrorosa Raffaele., Passante, Tataranni e Mastrorosa Teodoro, mentre il Mesagne scende in campo con Canepa, Scalera, Voglino, Risolo e Monna. Subito in difficoltà Risolo e compagni contro un Brindisi aggressivo e determinato a portare a casa la vittoria. Al 5' il punteggio è 9-7 con tripla di Mastrorosa R. e buone conclusioni di Passante. La Mens Sana risponde con Voglino (14), 2/2 nei liberi, 6/6 da due e 0/3 da tre con 4 assist, e Monna che inizia bene ma poi cala vistosamnente alla distanza. Rodi schiera Sirena che realizza in pochi minuti 8 punti portando l'Eagles al primo riposo sul 20-15. Nel secondo quarto i mensanini recuperano con le triple di Canepa (19), 9/14 nei liberi, 2/5 da due e 2/6 da tre con 5 recuperi, schierano Rubino e rimettono la gara in equilibrio. Passante e Tataranni tentano l'allungo, la Mens Sana si disunisce e chiude il secondo tempo sul 40-33. Al rientro in campo il Mesagne commette una serie interminabile di errori e l'Eagles ne approfitta con il solito Passante (22) per  volare sul +12.  Reagiscono Risolo e compagni, recuperano e tornano in partita grazie anche alla buona vena di Scalera (10), 3/5 nei liberi, 2/5 da due e1/2 da tre. Alla fine del terzo periodo il Brindisi è sempre in vantaggio 50-43. Nell'ultimo tempino i mensanini aumentano vistosamente la pressione difensiva e i palloni recuperati vengono gestiti in attaco con buone soluzioni. Coach Distante schiera Rubino nel ruolo di play, mentre Canepa viene spostato nel ruolo di guardia. A 5' dal termine il tabellone segna parità 55-55. Voglino, dopo l'uscita per falli di Scalera, difende forte su Passante, mentre Canepa e Rubino gestiscono la parte finale della gara. Negli ultimi secondi i mensanini stringono i denti e si portano a + 6, ma una tripla di Andrea Rubino rimette l'esisto dell'incontro in discussione. Sono ancora Canepa, Risolo e Rubino dalla linea della provvidenza a chiudere la partita con una vittoria importante. Il successo arriva al termine di una gara condotta per lunghi tratti dai padroni di casa, ma dove la Mens Sana 2MD Utensili Mesagne ha avuto il grande merito di dare sempre il massimo, anche con le numerose assenze, e soffrire quando il Brindisi ha dato l'impressione di poter vincere facilmente. Adesso è necessario tentare di recuperare la lunga lista degli infortunati anche se per De Maria si prospettano tempi molto lunghi. Il calendario non aiuta i mensanini che riceveranno sabato prossimo la Juve Trani, sconfitta sorprendentemente in casa dal Trinitapoli, prima di rendere visita al Monteroni, regina del campionato.