MENS SANA FALCON SERVICE MESAGNE - BARLETTA = 66 - 72


MENS SANA FALCON SERVICE MESAGNE: Carriero C., De Maria 5, Scalera 6, Rubino 16, Ventruto 24, Canepa 9, Risolo 6, Carriero A., Dipietrangelo n.e. Capodieci. Allenatore Gianpaolo Amatori.
BARLETTA: Auricchio 4, Degni 19, Chiriatti, Falcone G. 14, Chiandetti 12, Falcone M., Sfregola 8, De Fazio n.e., Colaprice 15, Serino n.e. Allenatore L. Degni.

Parziali: 22-18 12-15 12-24 20-15

Arbitri: Chiarantoni di Bari e Baselice di Lucera.
Usciti per falli: Ventruto.

Sconfitta senza attenuanti per la Mens Sana Falcon Service Mesagne che cede in casa contro un Barletta non irresistibile. Salta per l’ennesima volta il fattore campo mesagnese e i mensanini continuano a viaggiare a fasi alterne.  Dopo le due vittorie consecutive tutti attendevano una ritrovata continuità  di gioco e di risultati, invece ancora una volta si è passati dalle buone prestazioni delle scorse settimane a risultati completamente insufficienti. Il Mesagne scende in campo con Scalera, Risolo, Ventruto, Canepa e Rubino mentre il Barletta schiera Degni, Chiandetti, Falcone M., Sfregola e Colaprice. Il Mesagne parte forte con un secco 8-0, un ritrovato Ventruto (24) e il solito Rubino mettono l’impronta sul primo quarto realizzando insieme 16 dei 22 punti. Rispondono Degni (19), Chiandetti e Colaprice (15) recuperando e chiudendo il primo quarto sul 22-18. Si rivede in campo De Maria sempre lontano dai tempi migliori e Risolo lascia il campo per il terzo fallo. Nel Barletta si mette in evidenza il giovane Falcone G. (14) che taglia la molle difesa mesagnese realizzando punti importanti. Sempre in vantaggio la Mens Sana che ruota anche i giovani Carriero C., Carriero Ale e Capodieci.  Ventruto, 2/2 nei liberi, 5/8 da due, 4/7 da tre,  continua a perforare la retina avversaria tenendo da solo in piedi l’attacco mesagnese. Al riposo lungo il Barletta si fa sotto e chiude sul 34-33. Al rientro in campo la squadra della BAT allunga con il trio Chiandetti, Colaprice e Sfregola e al 5’ è in vantaggio 37-44. Il Mesagne si disunisce e in attacco Canepa, Risolo e Scalera sono in evidente giornata negativa. Tra i mensanini in difesa le cose vanno anche peggio e il Barletta approfitta dei secondi e terzi tiri per prendere il largo, per un netto predominio a rimbalzo e per la scarsa vena dei mesagnesi dalla linea della provvidenza da dove falliscono dieci liberi. Alla fine del terzo periodo Degni e compagni sono in vantaggio 46-57. Prova a rientrare la Mens Sana ma sono sempre i barlettani a controllare l’incontro con una difesa aggressiva e una buona circolazione della palla in attacco. Al 5’ dal termine il punteggio è 53-61. Produce il massimo sforzo la formazione mesagnese, come le due precedenti gare si porta a -1 e prova a portare a casa la vittoria. Una tripla di Colaprice e il solito Falcone mettono il risultato al sicuro per il Barletta approfittando anche di alcune giocate sciagurate dei mensanini. Dopo le vittorie delle scorse settimane sembrava che Risolo e compagni potessero recitare un ruolo diverso in questa stagione sportiva, ma la prestazione offerta contro il Barletta, nonostante il ritorno a buoni livelli di Ventruto, ridimensiona ancora una volta le ambizioni della squadra allenata da Amatori. Il calendario complica il futuro dei  mensanini che domenica prossima affronteranno in trasferta il Nardò prima di ospitare la regina del campionato la Juve Trani.