Un giocatore o presunto tale della formazione dei Bulls Bari, militante nel campionato di serie D, è stato inibito a svolgere attività federale fino al 24/11/2014 per reiterati atti di violenza nei confronti del primo arbitro, tali da impedirgli di proseguire la gara e da costringerlo ad abbandonare l'impianto di gioco in ambulanza. Ora, diteci perchè un giocatore del genere dovrebbe riprendere a giocare il 25 novembre del 2015. Certi personaggi, come tanti altri, devono essere indirizzati tutti i week end, tramite la radiazione, a dedicarsi alla pesca oppure alla raccolta dei funghi e delle castagne. Ingiustizia sportiva!

Per una gara Under 15 eccellenza della Mens Sana Mesagne un tifoso o presunto tale, ha inveito contro gli arbitri. Gli arbitri hanno riportato nella compilazione del rapporto "offese collettive e frequenti" anche se era coinvolta una sola persona, ma va bene lo stesso. Nessun dirigente mensanino si è accorto di tale comportamento, salvo rritrovarsi la giusta ammenda di € 20,00 che sarà girata al temerario e unico tifoso già identificato. FIP Puglia ha fatto di più, siccome la società in questione è la Mens Sana Mesagne, notoriamente vicina ai dirigenti fippaioli baresi, sui movimenti contabili regionali e sul comunicato ufficiale di fip on line ha accreditato l'importo due volte con un aumento del 100%. Sarà l'immensa simpatia che nutrono nei confronti dei mensanini? Copia incolla dal sito della FIP: Soc. BIANCO PETROLI MESAGNE ammenda di €. 20 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri (20% del massimale) (25,4b RG)  e ancora  Soc. BIANCO PETROLI MESAGNE ammenda di €. 20 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri (25,4b RG). 

Qualcuno dovrebbe spiegare a Oliver il significato del rispetto della privacy. In occasione dell'organizzazione del campionato Under 14, il capo fischiante eletto con votazione illegale, in perenne conflitto di interessi e con una situazione di incompatibilità tra le cariche rivestite, ha chiesto a tutte le società si ci fosse la possibilità di disputare alcune gare nella giornata di sabato, nonostante le DOA lo escludessero. E' stato risposto che il sabato la Mens Sana Mesagne è impegnata nel campionato senior e che l'allenatore è lo stesso utilizzato nel campionato Under 14. Il genio, capo dei capi fippaioli, ha pensato bene, violando la riservatezza delle notizie, di girare ai sudditi della provincia di Brindisi i nomi delle due squadre che non hanno aderito alla richiesta. Ma da un personaggio che, tra le tante alre cose, fa disputare una finale giovanile su un campo non omologato e senza le regolari autorizzazioni, cosa ci possiamo aspettare!

Riunione tecnica per gli Ufficiali di campo a Brindisi con il neo istruttore regionale Ivana Gaeta di Foggia. Stranamente questa carica ufficiale non fa parte delle tante multifunzioni del plurincaricato istruttore CIA locale. Ovviamente questo scavalcamento non è stato gradito perchè un rimborso spese in meno fa male al proprio conto. Senso di ospitalità inesistente a Brindisi  in quanto alla riunione non hanno fatto gli onori di casa nè il multifunzione plurincarico, nè il capo dei capi!