Seconda partita della nazionale italiana e seconda sconfitta contro la modesta Lettonia a Riga 69-68. Sconfitta pesantissima che mette in serio dubbio la qualificazione all'europeo 2011. Niente di nuovo nonostante il nuovo coach Pianigiani. In doppia cifra i soli Bargnani, Belinelli e Mancinelli. Una volta nel ruolo di play giocavano Iellini, Marzorati, Recalcati, Gentile, invece ora abbiamo Maestranzi. E dopo la sconfitta contro la Croazia, anche la nazionale femminile perde la seconda partita contro il Belgio.

Profonda crisi nella Federazione italiana pallacanestro. Polemiche a non finire per i risultati negativi e per il gioco espresso dalla nazionale. Questo è il giudizio di un giornalista famoso: "Commissariamento immediato della Fip, blocco dal 2011 degli stranieri - solo due per squadra - vigilantes sull'attività dei procuratori e provvedimenti ad acta per i settori giovanili". Insomma un commissariamento continuo, dopo quello del settore arbitrale.

Impegnati a tempo pieno con la nazionale italiana, si attendono da FIP Puglia i gironi con le squadre che parteciperanno al campionato regionale di serie D maschile e le squadre aventi diritto alla serie B e C femminile (scadenza iscrizioni 14/09 e 06/10). Intanto mentre continua la moria di società sportive, il movimento scoppia di salute! Dopo questo post, finalmente sono state pubblicate sul sito di FIP Puglia le squadre aventi diritto.

E siccome il movimento scoppia di salute, FIP Puglia comunica: "Si informa che non avendo raggiunto l'organico per la serie D, vengono riaperti i termini di iscrizione per questo campionato. Si fa presente che come da Regolamento Esecutivo, parte Gare, approvato dal Consiglio Federale nel mese di luglio, potranno essere ammesse alla riapertura dei termini solo le squadre aventi diritto al campionato immediatamente inferiore e quindi la Promozione.  Pertanto, l'iscrizione dovrà avvenire entro 72 ore dalla data di questo comunicato". Invece di allungare il brodo, forse sarebbe il caso di ridurre le squadre e evitare ripescaggi. Da notare che a Brindisi città è rimasta una sola squadra nel campionato di serie D (Basket Brindisi) e due in provincia (San Vito e Fasano).

Se non ci fosse un problema di cassa, particolare molto sensibile ai fippaioli, bisognerebbe chiudere il campionati di serie D e di Promozione maschile senza alcun ripescaggio e con il blocco delle retrocessioni. Idea troppo progressista per chi continua a coltivare solo il proprio orticello. Purtroppo l'intervento quasi quotidiano su questo sito diventa superfluo in quanto, grazie all'incompetenza e all'ignoranza diffusa tra i padroni del vapore, si delegittimano da soli. Impresentabili!

Nel girone A della serie A Dilettanti, ripescate Forlì e Jesi in Legadue, vengono inserite la Pall. Senigallia ed il Perugia Basket.  Nel girone B della serie A Dilettanti, Perugia e la ripescata in Legadue San Severo vengono sostituite dall'Ircop Rieti e dall'Olimpia Bisceglie, nel girone C della serie B Dilettanti, Senigallia è sostituita dal Basket Fossombrone, proveniente dal girone B Dilettanti B che rimane a 15 squadre, nel girone B Dilettanti D, Bisceglie è sostituita dal Basket Club Ragusa, proveniente dal girone C Dilettanti H che rimane a 15 squadre.

A proposito di serie B femminile, ci piacerebbe sapere se è competenza di un comitato regionale variare le D.O.A. riguardanti lo svolgimento dei campionati obbligatori. In particolare facciamo notare che la Puglia è l'unica regione che ha raddoppiato, rispetto al resto d'Italia, i campionati giovanili obbligatrori nella serie B femminile, settore femminile quasi estinto.

La Nazionale Under 18 perde contro la Spagna 84-59 e chiude l’Europeo di categoria al 12° posto. Ribadiamo 12° posto in Europa!