Si è tenuto a Roma, presso il Centro Preparazione Olimpica dell'Acquacetosa, il Consiglio federale della Federazione Italiana Pallacanestro presieduto dal sig. Dino Meneghin. "Il presidente Meneghin ha commentato l'estate delle Nazionali, sia senior sia under. Ha espresso soddisfazione, risultati a parte, per come siano andate le cose per le Nazionali senior. Per le Nazionali giovanili invece, a parte il “lampo” della Nazionale Under 18 femminile che ha vinto la medaglia d'oro all'Europeo di categoria e per cui si è vivamente complimentato, il presidente Meneghin ha espresso la delusione per la mancanza di risultati, che le aspettative erano diverse, e ha chiesto di valutare come incrementare il lavoro sulle Nazionali giovanili per raggiungere risultati decisamente migliori". Ma come risultati a parte. E cosa vogliamo valutare gli incassi, la qualità dell'abigliamento oppure se mentre giocava la nazionale fuori c'era il sole. Lo sport è fatto di risultati e quando non si vince, e con le nazionali succede spesso, non si può esprimere alcuna soddisfazione. Per quanto riguarda poi le nazionali giovanili, delusione a parte, ci piacerebbe conoscere quali sono i rimedi. Un cambio della guida tecnica forse è una delle prime soluzioni!

La federazione di Israele, dopo la riammissione dell'Italia ai campionati europei per l'allargamento delle squadre partecipanti, rivuole i soldi dei viaggi estivi indietro. A cosa è servito il girone di qualificazione, gli aerei privati, gli alberghi a cinque stelle, il carrozzone dei figuranti e i tantissimi soldi spesi, se poi si sono qualificati tutti?

Durante il consiglio federale è stato presentato il Consuntivo semestrale della FIP. Aspettiamo che FIP Puglia presenti il consuntivo semestrale, ma ci accontentiamo anche due conticini dove sono presentati i conti economici stimolati dai versamenti delle società pugliesi, volutamente nascosti.

Raschiato il fondo del barile per fare il campionato di serie D. Ci mancava poco che recuperassero anche società in fase di costituzione. E dei cambi di sede, tipo quello che ha cambiato una società almeno cinque volte qualche anno fa, ne vogliamo parlare?

Stessa procedura dello scorso anno per gli Under 19. Finita la prima fase di Eccellenza e quella regionale, i due campionati si uniscono per formare il campionato di eccellenza, open-regionale. Intanto chi partecipa al campionato di elite, sappi che a gennaio incontrerà i disperati dei campionati condominiali. Viceversa, chi vince i gironi di qualificazione dei campionati provinciali, incontrerà atleti che avranno già disputato il campionato dei più bravi!

Finalmente una cosa razionale. Udite, udite, FIP Brindisi si è accorta che la sovrapposizione dei campionati giovanili reca danno al movimento. Adesso, finalmente, si disputeranno i campionati giovanili alternando l'impegno dei ragazzi interessati. Parte l'Under 19 con l'Under 15, per passare poi all'Under 17 e l'Under 14. Ci voleva tanto? Se solo avessero ascoltato il nostro lamento, il problema lo avrebbero risolto annifa. Dividere le squadre per disputare nello stesso giorno due gare giovanili rimarrà un brutto ricordo?

Dopo l'attestato rilasciato al Comune di Mesagne dove era riportato un fantomatico campionato Junior, l'oliver comandante, quello che denuncia alla procura federale per lesa maestà il diggi mensanino chiedendo la lapidazione, si appresta a chiedere le iscrizioni. Al campionato Junior parteciperanno solo le squadre mesagnesi.

Sempre un gran casino nel settore arbitrale. Sulla testa degli arbitri, anche quelli che arbitrano per nove euro a partita, decidono le correnti politiche venute fuori nel dopo l'infelice Garibotti. Oggi la FIP replica a un articolo di basketnet.it: "In riferimento a quanto pubblicato da Basketnet il 17 settembre 2010 dal titolo "Clamoroso! Il commissario straordinario del Cia, Vittorio Smiroldo: «I criteri di valutazione degli arbitri non erano attendibili»", la FIP, sentito il Commissario CIA Smiroldo smentisce sia il virgolettato nel titolo, sia quanto viene attribuito allo stesso Smiroldo nel corso dell'articolo e lo considera privo di fondamento. A tal proposito il Commissario Straordinario Smiroldo precisa che nel corso della riunione è stato illustrato come sono state modificati i sistemi di valutazione dalla stagione 2010-2011, che le graduatorie di merito esistono e possono essere messe a disposizione degli interessati". Intanto pare che presso la Corte federale siano in attesa di decisione alcuni ricorsi presentati da arbitri retrocessi senza una valutazione oggettiva. Resta il fatto che la valutazione degli arbitri, così come è ora, resta totalmente inattendibile.

Ricordiamo ai cortesi lettori che il prossimo anno partirà il cosiddetto campionato di sviluppo, dopo serie A e Legadue, il famoso A3 che non è un'auto Audi. Al Campionato di sviluppo 2011-2012 saranno ammesse 24 squadre (2 squadre retrocesse dalla Legadue, 14 squadre dalla serie A dilettanti, 4 squadre promosse dalla serie B dilettanti e 4 squadre ammesse dal Consiglio federale con il meccanismo della wild card, in pratica pagando. Le 24 squadre dovranno avere nella prima stagione 3 giocatori under 23 e 2 giocatori under 21, dalla successiva 3 under 23 e 3 under 21 (è prevista la figura dell’atleta fidelizzato: un atleta che ha avuto un tesseramento under o senior per tre anni sportivi con la stessa società, rientra ancora nella categoria under e quindi il numero di atleti under rimane di 5). Le società partecipanti a questo campionato dovranno essere società di capitale, presentare una fideiussione di 70.000,00 euro e rispettare l’accordo economico GIBA-Lega Nazionale Pallacanestro (LNP) per i rimborsi ai giocatori under 21. Le società avranno l’obbligo di partecipare a 4 campionati giovanili diversi di cui 2 d’Eccellenza. Capito!