Dedicato all'Assessore allo sport del Comune di Mesagne: "Sono un cittadino mesagnese, che ha vissuto per diversi anni al nord, ora in pensione. Ho bisogno di alcuni chiarimenti in merito a quanto sta accadendo sui giornali di tutta la provincia, le televisioni ed internet. Stiamo rasentando l'assurdo! con tutte le problematiche esistenti sul territorio mesagnese di assoluta rilevanza di cosa ci preoccupiamo? della ripartizione delle palestre. Non dico che lo sport non sia importante, ma arrivare ad affermare che così facendo si vuole dare pari dignità a tutti i bambini delle varie società, mi sembra quantomeno fuori luogo e lontano da ogni logica. La dignità dei bambini è lesa nel momento in cui si usano per strumentalizzarli a fini di lucro e di guerra alla concorrenza. Siamo proprio sicuri che lo stesso metro è stato usato anche quando si erogano i sussidi comunali? Tutti i bambini delle famiglie bisognose che hanno presentato domanda per un aiuto economico hanno goduto degli stessi privilegi? La risposta è un palpito.
P.S. L'incasso della partita del francavilla, dove si pagava 5,00 euro, a chi è andato? è proprio vero che i mesagnesi sono amanti dei forestieri. Il ritorno c'è stato ma per la società del francavilla e per chi ha fatto la passerella".
A proposito di passarella: per l'esordio in casa del Francavilla si è mossa la giunta quasi al completo Sindaco compreso. Quando gioca la nostra squadra "mesagnese", mai visto nessuno! Vorremmo far notare a chi parla di ricadute sul territorio (sic!) che c'è solo una categoria di differenza.